ll Consulting


ll Consulting nasce con una missione principale aiutare le PMI a convergere le grosse esperienze e competenze che hanno accumulato in anni di duro lavoro nello sviluppo di azioni che passo dopo passo creano i presupposti per un successo duraturo.

Con una serie di gradini individuabili e affrontabili secondo una strategia di priorità condivisa con l'imprenditore e lo staff manageriale, si possono godere già fin dai primi mesi risultati misurabili senza perdere di vista l'obiettivo a lungo termine.

In sintesi quindi ll Consulting si pone come principale obiettivo quello di prendersi l'impegno di affrontare quotidianamente con umiltà e con spirito collaborativo i problemi delle PMI al fine di aiutare a mettere a frutto le loro competenze, conoscenze, capacità e professionalità in un'organizzazione che consenta un successo sostenibile e duraturo. 

 

Valori

Non consulenza, di questo termine ci si è riempiti per anni la bocca celando alti costi e magri risultati, parliamo piuttosto di collaborazione come un aiuto ad analizzare, rendersi consapevoli e responsabili dei cambiamenti necessari per migliorare il presente pensando al futuro.

Un approccio che non impone metodi o modelli, ma si basa più sulla risoluzione passo a passo dei problemi che si evidenziano, seguendo un ordine di priorità condiviso con manager ed imprenditori nel bene dell'azienda. Metodi e modelli che, anche qualora vengano adottati in quanto facilitano le attività di cambiamento graduale, devono essere strumenti e non costrizioni alle azioni di miglioramento e pertanto hanno la necessità di essere adeguati alla situazione contingente.

L'impresa infine ha un grosso valore che deve essere recuperato, il bagaglio di capacità e competenze acquisito in anni di professione. ll Consulting crede in questo valore che deve essere utilizzato per una nuova spinta propulsiva per l'innovazione dell'Azienda, un'innovazione che si fonda sulle proprie radici che rendono perseguibile e sostenibile il cambiamento. 

Modello di azione

Innanzi tutto viene privilegiato l'ascolto. Questa è una società che sa ascoltare poco e pensa di avere solo molto da dire.

La prima fase quindi di approccio alle esigenze del cliente tende soprattutto a raccogliere dubbi, difficoltà, reazioni, decisioni prese e risultati raggiunti. L'obiettivo è quello di condividere con spirito critico insieme al cliente i problemi affrontati e le decisioni prese.

Segue quindi una seconda fase in cui viene fatta una macroanalisi della situazione evidenziando i problemi più urgenti.

La terza fase è comprendere qual'è il punto d'arrivo cioè come vorremmo che la nostra azienda sia organizzata e come sia posizionata nel mercato: l'obiettivo a lungo termine.

Si passa quindi ad un piano di azioni le cui priorità vengono condivise. Queste azioni corrisponderanno a microprogetti di miglioramento dai quali si potranno trarre già alcuni risultati misurabili. Il piano avrà comunque una linea strategica che corrisponderà all'obiettivo finale che l'impresa ha individuato. 

Ascolto, condivisione, consapevolezza e responsabilità, sono tutti termini che indicano il nostro modo di approcciare il cliente, in punta di piedi con il massimo rispetto, ma anche con la ferma intenzione di aiutarlo a mettere in campo le proprie capacità e competenze in modo proficuo.


News

Concetti chiave e linee guida di sviluppo dei comportamenti etici nella professione

CONSIGLIATO

Il nuovo libro di Claudio Antonelli ci pone di fronte non solo ad una domanda ma soprattutto ad una riflessione sul concetto di etica.

Dalle sue parole... 

"L’etica è utile a se stessi e produce valore per il bene comune; non va identificata solo con la legge o con la morale. È un patto sociale di coesione e di integrazione.

L’etica ci nutre nel cammino verso il futuro: è pane. Si esprime nei comportamenti di ogni giorno: è pane quotidiano."

Sono felice di aver collaborato in piccolissima ma piccolissima parte.





Un assaggio di quanto scritto nel libro a proposito delle reti d'impresa


Download
Scarica la scheda del libro
sk_libro_ETICA.pdf
Documento Adobe Acrobat 52.9 KB